Chiacchiere di carnevale

chiacchiere di carnevale

Bugie o frappe di carnevale

Ricetta delle frappe

Ricetta bugie di carnevale

Bugie ricetta
Ricetta delle chiacchiere di carnevale

Chiacchiere di carnevale chiamate anche bugie, frappe, crostoli o cenci, sono un dolce tipico del periodo invernale.

Il loro nome cambia di regione in regione, si preparano soprattutto quando c’è il carnevale.

Sono dolci fritti nel grasso che nell’antica Roma venivano preparati proprio in questo periodo dell’anno. A queste deliziose chiacchiere di carnevale, si danno diverse forme, strisce, quadretti e c’è anche chi crea dei fiocchi.

Ora in commercio si trovano anche cotte al forno ma la tradizione vuole che vengano fritte nell’olio bollente e, una volta fredde, cosparse di zucchero a velo.

Ingredienti per 6 persone

500 gr di farina
2 uova
80 gr di zucchero
60 gr di burro
1/2 bustina di vanillina
1 bicchiere di vino bianco frizzante
la scorza di un limone
1 l di olio di semi

Preparazione


Per iniziare lasciate che il burro si ammorbidisca a temperatura ambiente, poi in un capiente recipiente mette tutti gli ingredienti e per ultimo il burro. Iniziate a rimestare bene finché la pasta formerà tanti pezzettini quindi, a quel punto, iniziate a massaggiare la pasta con le mani e formate una palla. Lasciate riposare il composto ottenuto per circa 30 minuti. Trascorso il tempo d’attesa, prendete una spianatoia, infarinatela e poi con un coltello tagliate la pasta in strisce larghe circa due centimetri, dopodiché, passatele nella macchina della pasta. Iniziate con il passo più largo per poi arrivare a quello più sottile, tagliate quindi le vostre chiacchiere come meglio credete con l’aiuto di una rotellina dentata.
Prendete una wok o una padella capiente e mettete abbondante olio di semi, e iniziate a friggerne poche per volta. Giratele spesso, il tempo di cottura dipende da quanto è rimasta spessa la pasta.
Lasciatele raffreddare su una carta assorbi fritti e poi spolverate con dello zucchero a velo prima di servire.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *